Tagli all’assistenza scolastica per gli studenti con disabilità: Ortona Popolare da tempo ha denunciato le gravi criticità del nuovo Piano dei servizi sociali

Tagli all’assistenza scolastica per gli studenti con disabilità: Ortona Popolare da tempo ha denunciato le gravi criticità del nuovo Piano dei servizi sociali

Qualità sociale

Il Sindaco Castiglione correttamente ha riconosciuto i limiti del Piano approvato a settembre 2017 e si è impegnato a trovare una soluzione.

Nel corso dell’incontro che si è tenuto nella mattina di sabato 21 settembre scorso presso l’Auditorium della Sala Eden ad Ortona, alla presenza delle famiglie degli studenti con disabilità a cui sono state drasticamente ridotte le ore di assistenza scolastica, il Sindaco di Ortona Leo Castiglione ha riconosciuto i limiti del nuovo Piano dei servizi sociali approvato nel settembre 2017 dall’attuale Consiglio comunale, con il voto favorevole della maggioranza e dei Consiglieri comunali Rinaldo Veri e Nadia di Sipio, con l’astensione dei Consiglieri comunali Giorgio Marchegiano, Emore Cauti e Angelo di Nardo, e con il voto contrario del Consigliere comunale Peppino Polidori. Il Sindaco si è quindi impegnato a modificare il Piano per assicurare il ripristino delle ore di assistenza che sono state tagliate.

“Purtroppo – dichiara il coordinatore di Ortona Popolare ed ex Assessore alle Politiche sociali del Comune di Ortona, Gianluca Coletti – già a febbraio 2018, nel corso di un incontro pubblico con la cittadinanza, abbiamo evidenziato le gravi criticità del Piano dei servizi sociali così come approvato dall’attuale Consiglio comunale. In particolare, abbiamo segnalato la violazione dei principi stabiliti dal piano sociale regionale, l’incomprensibile scelta di gestione dei servizi mediante l’appalto ai privati, il mancato rispetto del Codice del Terzo Settore per quanto riguarda la co-progettazione con le associazioni di volontariato, l’eliminazione dell’Ufficio di Piano e delle relative professionalità che da sempre hanno consentito alla nostra Città di avere progetti e servizi di qualità, il dimezzamento dei fondi per servizi importanti alle scuole, come l’orientamento scolastico, gli sportelli psico-pedagogici, i laboratori per la prevenzione del disagio e della devianza dei giovani, i laboratori linguistici per alunni stranieri, e, nello specifico, la riduzione delle ore di assistenza scolastica agli studenti con disabilità”.

“Apprezziamo – continua Gianluca Coletti – l’onestà intellettuale del Sindaco Castiglione che ha riconosciuto i gravi limiti dell’attuale Piano dei servizi sociali e si è impegnato a ripristinare nel più breve tempo possibile le ore di assistenza tolte agli studenti con disabilità. Suggeriamo al Sindaco di riprendere il progetto di Piano elaborato sin dalla fine del 2016 dall’allora assessore alle politiche sociali Francesca Licenziato, con il supporto dell’Ufficio di Piano e con la fattiva collaborazione delle istituzioni scolastiche, in particolare della prof.ssa Diana Gallucci, nonché condiviso dall’intero Gruppo di Piano”.

“Siamo vicini – conclude Gianluca Coletti – alle famiglie e ai ragazzi, nonché ai dirigenti scolastici e ai docenti che in questi giorni si stanno comunque adoperando per ridurre al minimo il disagio agli studenti con disabilità. Considerata la gravità di quanto accaduto, continueremo a monitorare l’evolversi della situazione. Chi amministra deve rispondere alle esigenze dei cittadini valutando sempre nel giusto modo le priorità di intervento. Come sempre, siamo a disposizione per fornire supporto alle famiglie e per qualsiasi confronto pubblico su questo e su qualsiasi altro argomento che riguarda gli interessi della comunità ortonese”.

Ai sensi della Legge 62 del 2001, ortonapopolare.it non è un prodotto editoriale. Come tale non rientra nella definizione di cui all’art. 1 della medesima legge (con applicazione della connessa disciplina), e in particolare non è soggetto agli obblighi di cui alla legge 47 del 1948, artt. 2 e 5, anche perché ortonapopolare.it – oltre non essere un prodotto editoriale – non è una testata giornalistica.

Search

Back to Top